Gli showroom di porte e finestre che ti aiutano a scegliere i tuoi serramenti senza errori.

Numero verde

800 947 622

ECCO COME TI AIUTIAMO A OTTENERE IL 110% PER I TUOI LAVORI

Siamo partner di detrazionifacili.it, gli specialisti della cessione del credito e delle detrazioni per la casa. Con la giusta squadra di professionisti, ottieni subito il Superbonus che ti spetta e sei al sicuro sia dal punto di vista fiscale che tecnico.

Ecobonus 110% e cappotto termico senza cambiare i serramenti: è utile?

Realizzare il capotto termico senza cambiare gli infissi: ecco l’analisi di un preciso intervento di riqualificazione energetica sfruttando le nuove agevolazioni fiscali

 

Cappotto termico e infissi con l’Ecobonus 110%: cosa fare?

In questo articolo non mi soffermerò sulle modalità previste per ottenere lo sconto in fattura infissi o su come cedere il credito di imposta Ecobonus.

L’obiettivo è quello di analizzare questi 2 interventi, che rientrano nel nuovo Superbonus per l’edilizia, dal punto di vista tecnico, per definire tutti gli accorgimenti da prendere per migliorare la classe energetica di un edificio in modo significativo.

E la domanda che mi ha spinto a scrivere questo articolo è la seguente:

“È possibile realizzare il cappotto termico senza sostituire i serramenti?”

Una domanda fatta da un lettore del blog posaqualificata.it che merita una precisa risposta, perché per proteggere al meglio la propria casa e renderla a basso consumo ci sono alcuni aspetti da non sottovalutare mai.

Ora vediamo se “intervenire solo sulla superficie disperdente dell’edificio” può bastare per fare il salto di 2 classi energetiche per accedere al nuovo Ecobonus.

 

Cappotto termico e sostituzione infissi: forse conviene fare solo un intervento. O forse no.

L’isolamento termico dell’involucro esterno di un edificio è un intervento essenziale per ottenere un netto miglioramento del comfort domestico, con conseguente riduzione delle spese energetiche.

Ma non è così semplice come sembra.

Anche perché non esiste una soluzione standard che può essere sfruttata sempre, ma ogni caso deve essere valutato attentamente.

È semplice: ogni casa è diversa dall’altra e presenta determinate criticità.

E sono fattori da considerare sempre:

  • la zona climatica dove si trova l’immobile di riferimento;
  • la destinazione d’uso dell’immobile;
  • la presenza o meno di vincoli urbanistici che potrebbero mettere i bastoni tra le ruote a chi vuol fare un cappotto termico con l’Ecobonus 110%.

 

Ma la cosa più importante da tenere a mente, per capire se la realizzazione di un cappotto termico senza cambiare i serramenti è conveniente o meno, è il vero scopo di questo intervento.

Limitare la dispersione di calore!

L’isolamento dell’involucro edilizio è utile per correggere tutti quei ponti termici che favoriscono la dispersione di calore e la conseguente formazione di muffa da condensa sulle pareti interne.

E il sistema finestra e cappotto funziona perché è l’intera superficie dell’involucro edilizio ad essere perfettamente isolata.

Basta un solo punto di discontinuità, che nel nostro caso è rappresentato dal foro finestra, per inficiare tutto il lavoro fatto.

Ecco perché conviene sempre, per risolvere definitivamente tutti i problemi di scarso isolamento, intervenire anche sui vecchi serramenti.

Anche il punto di connessione tra capotto termico esterno e finestre è un ponte termico a cui prestare la massima attenzione!

 

Cappotto termico e infissi: alcune importanti regole da seguire per dire addio a tutti i ponti termici

Un capotto senza cerniera o bottoni che garantiscono una perfetta chiusura non è di certo la scelta migliore da fare per proteggere il proprio corpo.

E un capotto termico senza sostituire i vecchi serramenti non è il modo giusto per proteggere un edificio.

Quindi, per realizzare un isolamento continuo su tutto l’involucro edilizio, l’installazione di nuovi serramenti prestazionali diventa un intervento fondamentale.

Il problema è capire come posare i nuovi serramenti per creare quella continuità di protezione utile a limitare del tutto la dispersione termica, a risolvere definitivamente il problema della muffa in casa e a far scendere le bollette.

Il cappotto termico Ecobonus 110% con annessa sostituzione dei serramenti è un intervento che può garantire il doppio salto di classe energica da attestare con l’A.P.E. a fine lavori.

Ma è anche un intervento da fare con le dovute accortezze.

Un serramento posato male non potrà mai garantire un perfetto isolamento termico e anche le prestazioni del sistema a cappotto avranno un calo drastico.

E ci sono 3 errori da evitare.

 

Ecobonus e cappotto termico con sostituzione infissi: le regole d’oro da seguire

La congiunzione tra serramento e sistema a cappotto ricopre un ruolo primario per garantire quella continuità di isolamento che farà fare all’edificio un bel salto di classe energetica.

E per posare perfettamente i nuovi serramenti prestazionali, che rispettano le caratteristiche definite dal Decreto Requisiti Tecnici, è fondamentale evitare questi 3 errori:

  • utilizzare un controtelaio metallico che è un ottimo conduttore;
  • lasciare lì dov’è, intatto, il davanzale passante, che è un pericolo punto di continuità tra l’interno e l’esterno;
  • non utilizzare profili di raccordo con rete porta-intonaco.

 

Brevemente: conviene utilizzare un controtelaio isolato con quarto lato inferiore che suddivide il davanzale e che ha già dei profili porta-intonaco per avere più isolamento e tenuta del sistema.

In questo modo, l’isolamento termico è garantito e tutti i ponti termici non minacceranno più il comfort domestico.

Per approfondire, ti invito a leggere questo articolo: Posa serramenti con cappotto.

 

Cappotto termico e nuovi serramenti grazie all’Ecobonus 110%

Sia il cappotto termico che la posa in opera di nuovi serramenti sono lavori che consentono di accedere al nuovo Ecobonus 110%.

E sono utili per rendere la tua casa a basso consumo e ritrovare il benessere in ambienti che:

  • non saranno mai più caldi d’estate e freddi d’inverno;
  • non vedranno più la formazione di umidità e muffa intorno alle finestre e sulle pareti.

 

Tutto questo riducendo notevolmente anche le spese energetiche per il riscaldamento e il raffrescamento.

Ma serve l’aiuto di professionisti qualificati per evitare qualsiasi errore tecnico e puntare a una riqualificazione energetica di successo. 

E i consulenti posa qualificata possono aiutarti a trovare i serramenti giusti per la tua casa e progettare la posa in opera qualificata per un risultato garantito.

Posa in opera qualificata necessaria per massimizzare le prestazioni dei nuovi serramenti che diventeranno un tutt’uno con il sistema a cappotto esterno.

Ma stiamo sempre parlando di sostituzione infissi e capotto termico con l’Ecobonus 110%.

Quindi, per sfruttare senza commettere errori le agevolazioni fiscali per cappotto termico e infissi, meglio rivolgersi ai massimi esperti in Italia in detrazioni fiscali.

DetrazioniFacili.it e posaqulificata.it collaborano per garantire su tutto il territorio nazionale un servizio completo, per sfruttare con facilità e in sicurezza il nuovo Ecobonus.

Gestione organizzata di tutti gli aspetti tecnici e fiscali: clicca qui per prenotare ora la tua consulenza personalizza e per scoprire le garanzie di un sistema unico

Cerca il

più vicino a casa tua

Sono sicuro che ti interesseranno anche questi articoli

Info sull'autore

Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.
Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.

Commenti

4 risposte

  1. Buongiorno avrei un quesito:
    Casa unifamiliare con appartamento al primo piano e servizi non riscaldati al piano terra, accatastati come: cantina, garage, deposito, ripostiglio. Posso fare il cappotto in tutte le pareti opache esterne della casa da cima a fondo? Posso cambiare gli infissi anche negli ambienti di servizio non riscaldati.
    Grazie

  2. Buongiorno,
    Casa singola costruita negli anni ’90: piano interrato (garage, lavanderia, taverna) e 2 piani fuori terra (ogniuno di 170m2 che fa un appartamento a se) più un sottotetto… stiamo valutando di fare un cappotto ma vorremo lasciare gli infissi esistenti in quanto di ottima fattura e in ottimo stato di manutenzione… finestre di legno con doppio vetro e scuroni di legno …. sarebbe possibile fare solo il cappotto o dovremo per forza cambiare anche gli infissi?
    Ho letto ovunque che sarebbe consigliato ma ci teniamo di mantenere l’aspetto attuale dell’immobile il più possibilmente invariato.
    Grazie mille per la sua cortese risposta
    Beata. S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • HAI BISOGNO DI AIUTO PER OTTENERE IL 110%?

    Per ottenere il 110%, hai bisogno di professionisti che possano seguirti sia dal punto di vista fiscale che tecnico. Solo così puoi evitare di commettere errori e perdere l’opportunità del Superbonus.

    SIAMO PARTNER DI

    GLI SPECIALISTI DELLA CESSIONE DEL CREDITO E DELLE DETRAZIONI PER LA CASA CHE DA ANNI AIUTANO LE PERSONE A SFRUTTARE LE AGEVOLEZIONI FISCALI

    Scarica l'ebook

    La guida posaqualificata.it

    Tutto quello che devi assolutamente sapere sulla posa dei tuoi serramenti

    Seguimi su Facebook

    Ultimi articoli