DAVVERO IL DAVANZALE DELLA FINESTRA PUÒ ESSERE LA CAUSA DI MUFFA E CONDENSA?

DiGuido Alberti

DAVVERO IL DAVANZALE DELLA FINESTRA PUÒ ESSERE LA CAUSA DI MUFFA E CONDENSA?

Muffa e condensa sono due problematiche molto fastidiose, che si manifestano soprattutto durante i mesi più freddi dell’anno: le cause possono essere molteplici, ma in questo articolo voglio mostrarti come la risoluzione di un davanzale finestra passante può ridare nuova vita alla tua casa.

 

Ciao, sono Guido Alberti, ideatore di posaqualificata.it.

In questo articolo voglio parlarti dell’importanza della discontinuità nel davanzale della finestra.

Se ti stai chiedendo cosa c’entra il davanzale con la posa in opera delle finestre, posso dirti che c’entra moltissimo!

La corretta progettazione del davanzale finestra può aiutarti ad evitare numerose criticità come muffa e condensa!

 

Che cos’è un davanzale passante e perché è così dannoso?

Per prima cosa, ti dico che cos’è il davanzale della finestra.

Il davanzale è quell’elemento – solitamente in marmo – che trovi per norma a un metro di altezza dal piano di calpestio. In molti casi, il davanzale è passante, cioè parte dall’esterno e arriva all’interno della tua abitazione.

Perché è così importante?

Il davanzale finestra rappresenta un punto di continuità tra interno ed esterno; questo significa che il freddo – proveniente dall’esterno – lo attraversa, raggiungendo l’interno della tua casa.

Il davanzale passante può trasformarsi in un ponte termico con tutte le criticità che questo comporta: per approfondire, ti consiglio di leggere anche il mio precedente articolo “Il ponte termico del davanzale passante“.

Per evitare che accada, è necessario interrompere la continuità suddividendo il davanzale in due parti separate tra loro.

 

Come evitare che si formi la muffa sotto davanzale finestra

Se le finestre di casa tua hanno un davanzale passante, l’unica cosa che puoi fare è interrompere questa continuità.

Solo così puoi ridurre gli effetti del ponte termico, che si manifestano in condensa e – spesso – muffa sotto davanzale finestra.

Solitamente, questo tipo di intervento si fa in concomitanza con la sostituzione dei serramenti.

Nel caso di una nuova costruzione o una ristrutturazione importante, il davanzale passante può essere risolto sostituendo il davanzale finestra interno.

 

Ricapitolando, per essere realmente funzionale, il davanzale della finestra:

  • deve essere posto a un metro di altezza dal piano di calpestio
  • non deve essere continuo

Un davanzale finestra continuo, infatti, è a tutti gli effetti un ponte termico che compromette la salubrità dei tuoi ambienti: disperde calore, raffredda la tua abitazione e causa episodi di muffa e condensa.

 

Mai più ponti termici con la corretta posa davanzale finestra

Se devi sostituire i tuoi serramenti e hai un davanzale passante all’interno della tua casa, ti consiglio di rivolgerti a un serramentista in grado di risolvere la tua esigenza e creare una discontinuità tra esterno e interno con una corretta posa davanzale finestra.

Se vuoi saperne di più puoi andare su www.posaqualificata.it, e cercare il consulente posaqualificata.it di zona a te più vicino.

Sarà lui stesso a dirti come interrompere questa continuità, e ad aiutarti a evitare problemi di muffa e condensa che renderebbero poco salubre l’aria tua casa.

 

Se dai preventivi in tuo possesso non ti è chiaro cosa stai acquistando, contattaci. 
Rispondiamo sempre in 24 ore. 

alberti-sfondato-bn

Info sull'autore

Guido Alberti administrator

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.

    Lascia una risposta

    Ho letto e accetto la privacy policy