Siamo sempre stati online.
Ora più che mai prenota
la tua consulenza.

Devi acquistare le tue nuove finestre o devi sostituire quelle esistenti? Ti aiutiamo.

Devi acquistare le tue nuove finestre o devi sostituire quelle esistenti? Ti aiutiamo.

Il sistema per per le tue nuove finestre

Il sistema per non impazzire a collezionare preventivi per le tue nuove finestre

Decreto Rilancio e Ecobonus 2020 infissi al 110%: tutto vero?

Ecobonus 2020 infissi con detrazioni fiscali fino al 110%? Fino a qualche giorno fa sembrava una cosa irrealizzabile, ma adesso sembra che il Maxi Bonus fiscale previsto per le ristrutturazioni ci sarà davvero.

In questi ultimi giorni non si fa altro che parlare di Ecobonus 2020 infissi previsto dal Decreto Rilancio.

Leggere che la detrazione fiscale sarà del 110% per tutti i lavori di ristrutturazione volti al miglioramento dell’efficienza energetica di un immobile fa pensare all’ennesima bufala, a un qualcosa di irrealizzabile.

Tuttavia, qualcosa si sta muovendo davvero.

Non ci sono certezze assolute, ma l’unica cosa sicura è che il Decreto Rilancio ha sollevato un polverone di “se”, “forse” e “ma”.

Quanto c’è di vero?

È davvero prevista una detrazione del 110% per l’Ecobonus 2020?

Ancora nulla di certo.

Gli incentivi proposti per rilanciare l’economia in generale e l’edilizia nello specifico sono di un certo spessore e il governo sta lavorando per velocizzare la riapertura delle aziende e la ripresa economica post lockdown.

Ma come stanno realmente le cose ad oggi?

Ecobonus 2020 infissi: detrazioni al 110% fino al 2021?

Ristrutturazioni, interventi per miglioramento antisismico e riqualificazioni energetiche di edifici, quindi anche sostituzione dei vecchi infissi per migliorare l’efficienza energetica della propria casa, a cui aggiungere l’installazione di pannelli solari o fotovoltaici e interventi per il rifacimento delle facciate.

Voci di corridoio, che stanno diventando sempre più forti, annunciano che le agevolazioni fiscali previste dal Decreto Rilancio di maggio 2020 dovrebbero riguardare tutti i lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica realizzati a partire dal mese di luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021.

Quanto c’è di vero?

Non posso risponderti, perché ancora si sta lavorando a pieno regime per sciogliere tutti i nodi e rendere definitive tutte le misure per favorire la ripresa economica delle aziende e garantire al cliente lavori a costo zero.

In cosa consiste l’Ecobonus con sconto in fattura?

A questa domanda posso risponderti subito.

Una detrazione del 110% ti consente di recuperare, in base al tuo reddito, l’intero importo che hai speso per la riqualificazione di un immobile.
A questo potrebbe aggiungersi anche uno sconto in fattura del 100%.

La Legge di Bilancio 2020 limitava la possibilità di usufruire di uno sconto in fattura solo per “interventi di ristrutturazione di primo livello” eseguiti sulle parti comuni dei condomini e per una cifra complessiva pari o superiore a 200.000 euro.

Con il nuovo Decreto Rilancio tutti i contribuenti potranno usufruire di uno sconto immediato in fattura pari al 100% del costo dei lavori.

Circa le modalità per accedere a questa detrazione fiscale “shock” ancora non è stato specificato nulla, ma lo scenario più probabile potrebbe essere questo:

  • le imprese potranno utilizzare il credito di imposta diviso in 5 quote annuali o
    cederlo a terzi per ottenere liquidità;
  • lo sconto in fattura sarà cedibile a istituti bancari.

A chi spetta l’Ecobonus 2020?

Come già detto, il Decreto Rilancio prevede, tra le varie misure, un super Ecobonus per tutti i lavori di messa in sicurezza anti-sismica e per tutti i lavori volti al miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, con detrazioni fino al 110%.

L’agevolazione consiste in una detrazione Irpef o Ires e ne hanno diritto tutti i contribuenti, anche titolari di reddito di impresa, che possiedono a qualsiasi titolo l’immobile da ristrutturare.

Per essere più precisi, l’Ecobonus con detrazione al 110% è previsto per:

  • persone fisiche;
  • contribuenti titolari di reddito d’impresa solo con riferimento ai fabbricati strumentali utilizzati nell’esercizio dell’attività imprenditoriale;
  • associazioni tra professionisti;
  • enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Qualche altro giorno di attesa e tutte le parti da definire del nuovo testo da 258 articoli saranno completate.

Intanto, ti lascio con questa domanda: vale la pena cominciare a progettare per farsi trovare pronti quando tutto sarà definito e sarà finalmente possibile accedere all’Ecobonus? 

La mia risposta è: assolutamente sì. Per cominciare, puoi richiedere una consulenza on line qui.

Cerca il

più vicino a casa tua

Sono sicuro che ti interesseranno anche questi articoli

Info sull'autore

Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.
Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *