Gli showroom di porte e finestre che ti aiutano a scegliere i tuoi serramenti senza errori.

Numero verde

800 947 622

Ecobonus Poste Italiane: la proposta per garantire liquidità a privati e imprese

La soluzione per la cessione del credito Ecobonus Poste Italiane si affianca alle altre proposte già lanciate da banche e compagnie assicurative. È vantaggiosa? Scopriamo insieme cosa prevede

 

Ecobonus Poste Italiane: la proposta per privati e imprese che intendono cedere il credito di imposta e ottenere liquidità è in fase di perfezionamento.

Tra i “Big” della cessione del credito c’è anche Poste Italiane, con una proposta che si avvicina tanto a quella di Generali Italia Ecobonus 110%.

Quindi, non solo banche e società assicurative, ma tra i grandi protagonisti del Super Bonus per l’edilizia anche Poste Italiane ha deciso di fare la voce grossa.

Ed è previsto anche un vero e proprio simulatore per fare i conti sulle detrazioni fiscali e sui rimborsi previsti per i lavori di messa in sicurezza e efficientamento energetico.

Ma la proposta per la cessione del credito di Poste Italiane non è rivolta solo ai più abili navigatori della rete, perché oltre alla possibilità di utilizzare la comoda piattaforma online per caricare le domande per la cessione del credito di imposta, sarà possibile recarsi direttamente agli sportelli sul territorio.

Che cosa prevede l’offerta Ecobonus 110% di Poste Italiane?

Scopriamo a che condizioni privati e imprese possono beneficiarne.

 

Ecobonus 110% Poste Italiane: cosa prevede l’offerta per garantire liquidità?

Il Super Ecobonus 110% è una grandissima opportunità per i privati, per portare a termine costosi interventi di efficientamento energetico a costo “quasi zero”, e per le imprese, che potranno tornare a respirare aria buona dopo un lungo periodo di stop causato da un lockdown che ha messo in ginocchio l’economia del nostro Paese.

E l’interesse dei contribuenti per le 2 opzioni alternative alla detrazione diretta in 5 anni prevista dal nuovo Ecobonus è molto alto.

Non poteva essere diversamente, visto che non tutti hanno un grande cassetto fiscale per sfruttare la detrazione diretta e, al contrario, sono alla ricerca di liquidità per portare a termine lavori trainanti e lavori trainati.

La proposta per la cessione del credito Ecobonus Poste Italiane, come si dice, “cade a fagiolo“, a pochi giorni dalla data prevista – il 15 ottobre 2020 – per l’invio delle domande all’Agenzia delle Entrate per dichiarare la modalità scelta per beneficiare dell’agevolazione.

Poste Italiane ha riservato a tutti i titolati di conto corrente BancoPosta la possibilità di cedere il credito di imposta Ecobonus e tutti gli altri crediti relativi agli altri bonus previsti dal Decreto Rilancio.

Ma la parte più consistente dei crediti di imposta da trasformare in liquidità è, senza dubbio, quella relativa alle agevolazioni previste per le ristrutturazioni (Ecobonus e Sismabonus).

 

L’offerta Ecobonus Poste Italiane prevede che, a fronte della cessione del 110% del bonus per tutti i 5 anni, Poste Italiane rimborserà, in un’unica soluzione, una percentuale che sembra non discostarsi da quella già proposta dalle altre banche (103%).

 

Ma ci potrebbero essere delle variazioni dell’offerta cessione del credito Ecobonus Poste Italiane in base alla richiesta individuale, prevedendo anche offerte su misura per chi intende cedere un credito di imposta sostanzioso.

 

Come funziona la cessione del credito Ecobonus Poste Italiane e quali documenti sono richiesti?

Quando si parla di documenti per l’Ecobonus 110% è normale avere un brivido che corre veloce lungo tutta la schiena, perché non è così semplice accedere all’agevolazione. I documenti da presentare sono tanti e, senza l’aiuto di professionisti qualificati, è facile commettere errori.

Ma torniamo alla cessione del credito Ecobonus Poste Italiane, che sembra seguire una procedura abbastanza snella.

Per beneficiare di questa offerta e ottenere liquidità, è prevista la compilazione on-line di un solo modulo di richiesta.

Ma il richiedente dovrà avere già pronti tutti i documenti relativi agli interventi da fare, allo studio di fattibilità, alla titolarità del credito e così via, da inserire nel modello.

È d’obbligo una precisazione:

  • per i privati titolari di un conto corrente BancoPosta la soluzione di cessione del credito di Poste Italiane sarà disponibile dal 19 ottobre secondo modalità e termini che verranno successivamente comunicati.
  • per le imprese e i professionisti titolari di un conto corrente BancoPosta con Internet Banking attivo, la soluzione di cessione del credito di Poste Italiane è disponibile solo attraverso la procedura di richiesta on line.

 

Poi, è richiesto l’invio della documentazione, tramite accesso alla propria area riservata, al sito dell’Agenzia delle Entrate.

 

L’offerta per la cessione del credito con il Sismabonus

In apertura, ho fatto un chiaro riferimento alla proposta Ecobonus di Generali Italia, perché anche Poste Italiane ha previsto la possibilità di sottoscrivere polizze assicurative in caso di cessione del credito per interventi di messa in sicurezza dell’immobile.

Quindi, i correntisti Poste Italiane potranno sottoscrivere una polizza con Poste Assicura per la copertura di eventi catastrofali, detraibile al 90% e non al 19% come previsto fino ad oggi.

 

Cosa devi fare per avere tutti i documenti in regola e accedere senza problemi al Superbonus?

Devi affidarti al professionista giusto!

Prima di pensare alla cessione del credito Ecobonus alle banche, a compagnie assicurative o a Poste Italiane, devi necessariamente portare a termine una serie di adempimenti per poter accedere al Superbonus del 110%.

E solo rivolgendoti a professionisti qualificati riuscirai a portare a termine una riqualificazione senza intoppi e non commettere errori nella compilazione delle pratiche per gli incentivi fiscali.

Quindi, se vuoi sostituire i tuoi vecchi infissi e trainare questo intervento al 110% con altri lavori di efficientamento energetico, rivolgiti al consulente posa qualificata di zona a te più vicino.

Ti seguirà lungo tutto il processo di scelta dei tuoi nuovi infissi che ti garantiranno più comfort in casa e bollette più basse, aiutandoti nella gestione di tutti gli aspetti burocratici e fiscali.

Per un risultato garantito prenota ora la tua consulenza personalizzata e sfrutta la grande occasione del Super Ecobonus al 110% senza commettere errori.

Cerca il

più vicino a casa tua

Sono sicuro che ti interesseranno anche questi articoli

Info sull'autore

Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.
Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *