I sistemi monoblocco per finestra

DiGuido Alberti

I sistemi monoblocco per finestra

Buonasera, seguo il suo sito da qualche tempo ma non capisco perché non parla mai dei  monoblocchi per finestra; anche nel suo ultimo articolo parla di un sistema integrato. Come mai?

 

I sistemi monoblocco per finestra sono elementi dell’involucro edilizio composti da:

Sistemi Monoblocco per Finestra

Cassonetto: Il cassonetto, se trascurato, è un ponte termo-acustico non indifferente del sistema finestra;

Spalle coibentate: Le spalle sono i due montanti che “reggono” il cassonetto;

Sottobancale o sottosoglia: La parte inferiore del sistema, quella che “chiude il cerchio”, è un elemento di fondamentale importanza per eliminare il ponte termico del davanzale;

 Photo Credit

Sistemi siffatti sono autoportanti, e forniti già assemblati dal produttore che realizza il blocco direttamente in fabbrica. Il posatore deve solo preoccuparsi di posizionarlo correttamente nel vano grezzo. Spesso sono preferiti alle soluzioni più artigianali perché di facile installazione e, in linea di massima, in grado di risolvere tutti i ponti termo-acustici tra muratura e serramento. I produttori tra l’altro, sono obbligati a fornire un manuale di corretta installazione degli stessi.

Non è però sufficiente installare un sistema monoblocco per risolvere tutti i ponti termo-acustici del sistema finestra. Resta sempre di fondamentale importanza il raccordo monoblocco-involucro, il nodo primario, per intenderci.

Bisogna inoltre sempre posizionare correttamente il sistema monoblocco in modo che ci sia continuità tra isolante e sistema e infine, non bisogna assolutamente trascurare la tenuta aria/vento.

Anche per i sistemi monoblocco però valgono le stesse considerazioni fatte i singoli componenti.

– Cassonetto: Sono da preferire quelli con ispezione esterna; esistono però soluzioni con ispezione interna in grado di garantire un’ottima tenuta e un adeguato isolamento termo-acustico. Anche la geometria del cassonetto è di fondamentale importanza; a nulla infatti serve aumentare gli spessori di coibente all’esterno del cassonetto quando poi, nel vano tapparella l’aria fredda è libera di circolare. Meglio aumentare lo spessore all’interno.

Posizione Coibente Cassonetto

Spalle laterali: Sono da preferire quelle in materiali termoisolanti; esistono ancora soluzioni con spalle in materiale ferroso, definire per così dire “a taglio termico” che sconsiglio. Il legno, eccezion fatta per poche tipologie di serramenti, è in grado di assolvere pienamente a quanto richiesto da un controtelaio.  Se ciò non fosse sufficiente, non dimenticatevi che c’è sempre la possibilità di fissare il serramento direttamente nella muratura, mediante fissaggi passanti, lasciando al controtelaio la sola funzione di riquadratura del foro e riferimenti per l’intonaco.

Spalla Coibentata MonoBlocco

 

– Sottobancale: Non solo il quarto lato per il taglio termico del davanzale e il fissaggio della parte inferiore del serramento, ma anche il sottobancale o sottosoglia, elemento in materiale isolante con buona resistenza a compressione, è indispensabile per eliminare il ponte termico del davanzale. E’ importante che abbia adeguata pendenza per eliminare eventuali ristagni d’acqua.

Sottobancale Sistema MonoBlocco

 

Oggi esistono sul mercato molti sistemi monoblocco, la maggior parte di ottima fattura, ma non è raro trovare ancora sistemi classici, definiti “monoblocco”, in cui non vi è presenza di materiale isolante, il cielino è a scorrere, le spalle sono in materiale ferroso e il quarto lato è inesistente. Purtroppo però sono ancora definiti e venduti come sistemi monoblocco per serramenti.

I sistemi monoblocco dovrebbero essere in grado di risolvere egregiamente la quasi totalità dei ponti termici del foro finestra. E’ quindi scontato che tali sistemi consentono al committente di avere una maggiore tranquillità, poiché studiato già a monte. L’unico problema a mio avviso è la scarsa versatilità dei sistemi. Sono infatti ancora pochi i produttori in grado di fornire sistemi in funzione delle richieste del progettista o del serramentista. Uno dei motivi per cui preferisco soluzioni per così dire “integrate” è proprio legata alla versatilità che queste hanno, a discapito dei sistemi monoblocco. Non ultimo, il fattore prezzo. Soluzioni integrate, se ben progettate e posate, consentono di ottenere gli stessi risultati di quelle monoblocco, con costi sicuramente inferiori!

Nei prossimi articoli vedremo quali sono i maggiori produttori di sistemi monoblocco per finestra.

 

 

Info sull'autore

Guido Alberti administrator

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.

    2 Commenti finora

    SalvatorePubblicato il6:52 pm - Set 29, 2014

    Salve,
    volevo avere un consiglio perchè devo cambiare i serramenti ma non posso fare il cappotto nello stesso momento per cui volevo capire se era fattibile il cambiare i serramenti installando il cappotto solo intorno a questi e lasciare la posa definitiva del cappotto in un secondo tempo.
    Grazie

    Commenta

    Ho letto e accetto la privacy policy

    Loading...