Interpretare la sigla di un sigillante

DiGuido Alberti

Interpretare la sigla di un sigillante

Dopo aver già discusso dei sigillanti e della loro classificazione, vediamo in questo articolo come interpretare la sigla di un sigillante.

La UNI EN ISO 11600:2011 – Edilizia – Prodotti per giunti – Classificazioni e requisiti per i sigillanti è la norma di riferimento per i sigillanti. Essa specifica il tipo e le classi dei sigillnati utilizzati in edilizia secondo la loro applicazione e le loro caratteristiche prestazionali.

Una prima sidduvisione della norma è in funzionae dell’applicazione:

– G: Sigillanti adatti alla sigillatura dei giunti per vetrazione;
– F: Sigillanti adatti alla sigillatura di giunti in edilizia.

Una seconda suddivisione è in funzione della capacità di dilatazione:

CLASSIAMPIEZZA DI PROVA %CAPACITÀ DI MOVIMENTO %
7,5±7,57,5
12,5±12,512,5
20±2020
25±2525

La capacità di movimento % indica l’allungamento massimo d’esercizio. Un sigillante classe 20 è un sigillante il cui allungamento massimo d’esercizio non supera il 20% della dimensione iniziale.

Un’altra suddivisione è in funzione dell’allungamento a rottura:
– LM: La sigla indica i sigillanti a basso modulo (Low modulus) con modulo elastico inferiore a 0,4 N/mm;
– HM: La sigla indica i sigillanti ad alto modulo (Hig modulus) con moldulo elastico superiore a 0,6 N/mm2;

Esiste inoltre una classe intermedia, il cui modulo elastico è compreso tra o,4 e 0,6 N/mm2.

In funzione del comportamento dinamico si distinguono:

E: Elastici, quei sigillanti che hanno un recupero elastico superiore al 40%;
P: Plastici, quei sigillanti che hanno un recupero inferiore al 40%.

I sigillanti in classe 20 e 25 sono elastici.
I sigillanti in classe 12,5 possono essere sia plastici che elastici.
I sigillanti in classe 7,5 sono plastici.

Sugli imballaggi, oltre alle carattestiche succitate si può trovare:

– L’indicazione del materiale su cui è stato testato il sigillante:
M= Malta, G= Vetro, A= Alluminio…
– L’indicazione dell’uso con o senza primer prima del test:
P= Con primer, UP= Senza primer.

Esempio:

ISO 11600-F-25 HM – Mp

ISO 11600: Indica un sigillante conforme alla UNI EN ISO 11600;
F: Indica un sigillante da costruzione, Tipo F;
25: Indica un sigillante con capacità di dilatazione del 25%;
HM: Indica un sigillante con modulo elastico superiore a 0,6 N/mm2;
M: Indica un sigillante testato su malta;
p: Indica un sigillante testato con applicazione di primer.

 

Info sull'autore

Guido Alberti administrator

Serramentista 2.0: Esperto CasaClima, Consulente e Artigiano Certificato Passiv Haus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima in grado di fornire consulenza a produttori di serramenti, progettisti e committenti.

    Commenta

    Ho letto e accetto la privacy policy

    Loading...