ECCO COME TI GUIDIAMO NELLA SCELTA DEI TUOI NUOVI SERRAMENTI

In qualunque luogo tu sia, il metodo posaqualificata.it ti aiuta a scegliere i tuoi nuovi serramenti con garanzia di risultato, senza errori e senza spreco di tempo e denaro.

ECCO COME TI AIUTIAMO A OTTENERE IL 110% PER I TUOI LAVORI

Siamo partner di detrazionifacili.it, gli specialisti della cessione del credito e delle detrazioni per la casa. Con la giusta squadra di professionisti, ottieni subito il Superbonus che ti spetta e sei al sicuro sia dal punto di vista fiscale che tecnico.

La permeabilità all’aria del serramento UNI EN 12207

Buonasera, un fornitore mi propone un modello di porta blindata per esterni, ha una trasmittanza di 1.1,  ma una tenuta all’aria solo di classe 3, può andare bene o risulterebbe un pochino “spifferosa?”

La tenuta all’aria di un serramento, sia esso porta o finestra, descrive la sua capacità di lasciar passare aria, il così detto ”spiffero”, quando chiuso. La norma, la UNI EN 1026 definisce il flusso d’aria che passa attraverso il campione di prova, opportunamente chiuso, soggetto a pressioni di prova.

La permeabilità all’aria di un serramento, così definita, riguarda quindi solo ed esclusivamente il serramento, non in opera, definendone il flusso che lo attraversa, tra parte fissa e mobile.

La classificazione dei serramenti, in funzione della permeabilità all’aria, avviene secondo la UNI EN 12207.

La UNI EN 12207 definisce cinque classi, dalla 0 alla 4; la migliore è la Classe 4, che identifica un serramento con un’ottima tenuta all’aria.

La prova è obbligatoria in base alla UNI EN 14351-1, che ne regolamenta la marcatura CE. Va detto però che, ai fini della marcatura, un serramento è “conforme” anche se di Classe 1.

Ovviamente la classe consigliata è la Classe 4.

Un serramento in Classe 4, a 100 Pa, lascia passare 3 m3 d’aria l’ora per m2 di superficie o 0,75 m3 d’aria l’ora per m lineare di giunto, sempre inteso come giunto tra parte fissa e parte mobile. Un serramento in Classe 3, invece, a 100 Pa, lascia passare 9 m3 d’aria l’ora per m2 di superificie. 100 Pa sono paragonabili a una spinta del vento sul serramento a una velocità di circa 45 km/h.

Sia un serramento in Classe 3 sia in Classe 4 devono garantire una resistenza fino a una pressione massima di 600 Pa. 600 Pa sono l’equivalente di una spinta del vento sul serramento a una velocità di circa 110 km/h.

Tabella Tenuta all'aria serramento UNI EN 12207

 

Quali sono i punti deboli del serramento?

I terminali tra anta e telaio in corrispondenza del montante mobile;
La presenza di soglie ribassate.

Nelle porte,  invece:

Lo spioncino;
La zona della serratura.

Perché lo spiffero è poco gradito?

Perché, dove passa aria, inevitabilmente, passa rumore.

Perché dove passa aria passa umidità!

Anche se potrebbe sembrare superfluo, preferisco sottolinearlo; Per garantire un’ottima tenuta all’aria del serramento posato, una posa in opera qualificata è indispensabile!

 

Sono sicuro che ti interesseranno anche questi articoli

Info sull'autore

Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.
Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.

Commenti

4 risposte

  1. Penso, salvo smentite, che la formula che mette in relazione velocità e pressione contenga degli errori. In particolare vada così corretta:
    V= Radice quadrata [P/0,65]
    P=V^2 * 0,65

  2. Per tener fede agli esempi descritti nell’articolo la formula deve essere la seguente:

    Pressione= Velocità2 /1,6 da cui

    Pressione*1,6 = Velocità2 allora

    SQRT(Pressione*1,6)=Velocità m/s

    Quindi con Pascal= 100 V [m/s] = 12,64911064 in km/h 45,53679831

    Si esprime apprezzamento per Vostro lavoro, svolto con grande passione e impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • HAI BISOGNO DI AIUTO PER OTTENERE GLI INCENTIVI?

    Per ottenere le detrazioni fiscali riconosciute per l’installazione di nuovi infissi e serramenti, hai bisogno di un professionista che possa seguirti sia dal punto di vista tecnico che fiscale. Solo così puoi evitare di commettere errori e perdere il “Bonus Infissi”. 

    Un nostro consulente qualificato può supportarti per sfruttare gli incentivi riconosciuti per gli interventi di risparmio energetico.

    Scarica l'ebook

    La guida posaqualificata.it

    Tutto quello che devi assolutamente sapere sulla posa dei tuoi serramenti

    Seguimi su Facebook

    Ultimi articoli