Gli showroom di porte e finestre che ti aiutano a scegliere i tuoi serramenti senza errori.

Numero verde

800 947 622

Ecobonus sconto in fattura infissi: art. 121 Decreto Rilancio

Ecobonus sconto in fattura e cessione del credito Decreto Rilancio: facciamo il punto della situazione sull’Ecobonus 2020 con detrazione al 110%, con riferimento all’articolo 121 del decreto di maggio.

Ecobonus sconto in fattura infissi, credito d’imposta, detrazione fiscale al 110%, Sismabonus: in 2 parole, Decreto Rilancio.

Tantissime le novità del decreto maggio per rilanciare il settore dell’edilizia e dare una spinta all’economia del nostro Paese che ha davvero accusato il colpo dopo il lungo periodo di stop.

Un K.O.?

Non proprio, ma i precisi montanti del lockdown hanno stordito l’economia italiana.

Mi sono già soffermato sui principali aspetti del Decreto Rilancio per quanto riguarda la detrazione al 110% per infissi e serramenti.

In questo breve articolo voglio affrontare il tema degli “interventi che si possono fare senza alcun pagamento”.

Proprio così.

Con il Decreto Rilancio è tornato lo sconto in fattura.

Non potevo non soffermarmi sull’articolo 121, rubricato “Trasformazione delle detrazioni fiscali in sconto sul corrispettivo dovuto e in credito d’imposta cedibile”, perché sta facendo discutere non poco gli addetti ai lavori.

È giusto?

È una cosa sbagliata?

Non risponderò a queste 2 domande. Il mio intento è quello di chiarire la questione relativa al “funzionamento” dell’Ecobonus sconto in fattura infissi per usufruire dell’agevolazione al 110% prevista dal Superbonus.

 

Ecobonus sconto in fattura infissi: che cos’è?

 

Se devi sostituire i tuoi vecchi infissi, non dimenticare che tale intervento da solo non ti consentirà di entrare tra i “prediletti che hanno diritto alla massima detrazione del 110%”. Neanche se l’intervento è volto a migliorare l’efficienza energetica della tua abitazione.

Per usufruire della maxi detrazione fiscale è necessario sommare l’intervento di sostituzione dei vecchi infissi con altri interventi di riqualificazione energetica della casa.

Ma di questo abbiamo già parlato.

Concentriamoci sull’Ecobonus sconto in fattura infissi previsto dal Decreto Rilancio. Che cos’è?

Lo sconto in fattura 2020 prevede che il soggetto che ha diritto alla detrazione fiscale dell’Ecobonus può optare, per le spese sostenute a partite dal 1° luglio 2020 e in luogo dell’utilizzo diretto della detrazione, alternativamente:

  • per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi. Quest’ultimo potrà recuperare il tutto come credito d’imposta, con successiva facoltà di cessione del credito ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari;
  • per la trasformazione del corrispondente importo della detrazione in credito d’imposta, con facoltà di successive cessioni ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

In pratica, il soggetto che ha diritto alla detrazione potrà “appaltare i lavori per 100” e incassare uno sconto della stessa portata dal fornitore. Quest’ultimo incasserà la liquidità dalla banca -sempre 100 –  girando all’istituto un credito fiscale da 110.

Che cosa significa? Lavori gratis per i beneficiari della detrazione prevista dall’Ecobonus 2020, pagamento sicuro dei lavori per le imprese e un margine del 10% alle banche da ripartire in 5 anni.

Ecobonus sconto in fattura per infissi: come funziona e per quali interventi è ammesso?

Ecco gli interventi che prevedono la detrazione del 110% e lo sconto in fattura:

  • recupero del patrimonio edilizio;
  • interventi volti al miglioramento dell’efficienza energetica degli immobili che rientrano nell’Ecobonus 2020;
  • adozioni di misure antisismiche (Sismabonus);
  • recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti (bonus facciate);
  • installazione di impianti fotovoltaici;
  • installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Quindi, si può parlare di detrazione al 110% con sconto in fattura infissi, se la sostituzione dei tuoi vecchi infissi è un intervento che rientra nel bonus facciate o si somma ad altri interventi di riqualificazione energetica dell’edificio.

In pratica, l’acquisto dei nuovi infissi deve essere fatto insieme ad “interventi più importanti”, altrimenti potrai sempre beneficiare del “classico bonus infissi e schermature” con detrazione fiscale al 50% in 10 anni.

Che cosa penso dell’Ecobonus sconto in fattura 2020 per gli infissi?

Che se non ti affidi a un consulente qualificato per trovare la migliore soluzione per migliorare l’efficienza energetica della tua casa, ti ritroverai con nuovi infissi che non serviranno a niente.

“Ma non ho pagato!”

Certo, ma non hai nemmeno risolto i tuoi problemi di infiltrazioni, spifferi, condensa e muffa.

Quindi, bonus sì o bonus no, richiedi subito la tua consulenza per risolvere definitivamente i tuoi problemi di isolamento termico e migliorare in modo tangibile e certificato l’efficienza energetica della tua casa.

Cerca il

più vicino a casa tua

Sono sicuro che ti interesseranno anche questi articoli

Info sull'autore

Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.
Guido Alberti

Guido Alberti

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *