La Norma UNI 10818

DiGuido Alberti

La Norma UNI 10818

Nel mondo dei serramenti, purtroppo, non esiste alcuna norma che entri nello specifico della posa in opera, motivo per cui, a oggi, non si può parlare di posa in opera certificata dei serramenti ma al più di posa qualificata, garantita ovvero da una serie di buone norme dettate più che altro dall’esperienza e competenza di colui che effettua il progetto di posa. Naturalmente, un ottimo progetto diventa pessimo se non c’è un’ottima esecuzione in opera dello stesso.

Analizziamo invece l’unica norma di riferimento per la posa in opera di finestre, porte e schermi, la UNI 10818.

Scopo della norma è fornire una guida allo sviluppo delle diverse fasi di posa di serramenti di ogni tipo, individuando competenze e limiti dei diversi operatori che intervengono in cantiere. Non si tratta quindi, come già accennato, di norma tecnica, poiché non da alcuna indicazione sui sistemi di posa, ma si limita soltanto a regolamentare il processo e a definire le responsabilità.

La norma indica cinque figure chiave e specifica le competenze per ognuna, e cioè:

– Il Progettista;
– Il Produttore;
– Il Direttore dei Lavori;
– L’Installatore o Posatore;
– Il Costruttore Edile.

Al Progettista competono i seguenti ambiti operativi e responsabilità:
– La scelta del tipo d’infisso, in accordo con le realtà produttive;
– L’individuazione dei livelli prestazionali;
– La definizione e la progettazione dei nodi e dei giunti di posa, considerando tutte le problematiche dell’interfacciamento;
– La valutazione della compatibilità tra infissi e elementi tecnici di contorno.

Al Produttore spetta il compito di realizzare un infisso tale da rispondere correttamente alle indicazioni dimensionali di progetto e ai livelli di prestazione richiesti dal capitolato. Il produttore garantisce le prestazioni dell’infisso, all’uscita della fabbrica. Se non è lo stesso produttore l’incaricato per la posa, non è dispensato da future responsabilità di legge in relazione a eventuali difetti dell’infisso. Dal suo canto però, il produttore dovrà fornire all’installatore tutte le istruzioni ritenute indispensabili perché le prestazioni in opera dell’infisso siano il più possibile prossime a quelle ottenibili in produzione. In parole povere, il produttore non è responsabile del prodotto in opera, a patto che abbia fornito i propri installatori o rivenditori di un manuale di posa in opera.

Il Direttore dei Lavori ha il compito di garantire che la realizzazione dell’opera sia del tutto conforme alle indicazione ed alle prescrizioni di progetto. Deve provvedere alle verifiche di conformità dei prodotti, alle normative ed alle condizioni contrattuali, nonché alla verifiche di eventuali campionature. Le responsabilità del direttore dei lavori sono attinenti al controllo dei prodotti e della loro applicazione.

L’Installatore o Posatore invece ha responsabilità di stoccaggio dei serramenti, movimentazione in cantiere e posa in opera affinché questi soddisfino in esercizio le prestazioni richieste in fase di progetto.  Sarà sua premura assicurarsi del corretto fissaggio meccanico del componente al controtelaio in opera con l’impiego di materiali tecnici e procedure ai fini di garantire le prestazioni dei giunti. L’installatore dovrà attenersi alle istruzioni fornite dal produttore a quelle del costruttore edile per quanto concerne il vano murario. In presenza di controtelaio e se non diversamente indicato, la sigillatura tra controtelaio e muratura è competenza del costruttore edile, mentre la sigillatura tra controtelaio e infisso è competenza dell’installatore.

Il Costruttore Edile invece, come già menzionato ha responsabilità connesse alla messa a piombo e a livello, e al fissaggio dei controtelai alla muratura. E’ inoltre di sua competenza l’eventuale realizzazione di fori sulle soglie o a pavimento per l’inserimento di eventuali alloggiamenti  dei perni o aste di chiusura. Essendo di sua competenza la posa del controtelaio, sempre se non diversamente specificato dal contratto, è responsabile della tenuta degli ancoraggi e dell’isolamento termoacustico, oltre che della tenuta all’aria, all’acqua e al vento del giunto. Dovrà altresì fornire al produttore tutte le informazioni necessarie per consentire l’esatto dimensionamento dei serramenti, disegni e specifiche tecniche di soglie, ornie e velette che contornano l’infisso. Infine, è suo compito trasportare gli imballi e gli sfridi di lavorazione dal punto di raccolta del cantiere all’esterno.

 Se vuoi saperne di più, leggi l’estratto della UNI 10818.

Terminati i lavori di posa, l’installatore chiederà al direttore dei lavori una dichiarazione di presa in consegna degli infissi e relativo collaudo di fine lavori. Ricevuta la liberatoria, e solo allora, l’installatore potrà consegnare le chiavi degli alloggi o delle unità immobiliari al committente.

La norma UNI 10818 dice ben poco su come posare un serramento “a regola d’arte”, e puntualmente il cliente finale non sa come tutelarsi o a cosa appellarsi se ritiene che il montaggio sia non conforme a quanto prescritto dal contratto.

Il progettista può però tutelare il committente, scrivendo un capitolato di posa, che indichi quali prodotti usare e come usarli, con dettagli e particolari costruttivi, a meno che non si sia già rivolto a posaqualificata.it!

Info sull'autore

Guido Alberti administrator

Serramentista 2.0: Esperto CasaClima, Consulente e Artigiano Certificato Passiv Haus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima in grado di fornire consulenza a produttori di serramenti, progettisti e committenti.

    7 Commenti finora

    Il codice del consumo Posa in Opera Serramenti Porte FinestrePubblicato il7:01 pm - Lug 1, 2012

    […] è la UNI 10818 – “Finestre porte e schermi  – Linee guida generali per la posa in opera” e qui trovi l’articolo in cui ne parliamo. La UNI 10818 però altro non è che una norma […]

    Differenza NORMA UNI – EN – ISOPubblicato il3:58 pm - Lug 18, 2012

    […] che prescrive come realizzare, ad esempio, un giunto di posa. Gli unici due riferimenti sono la UNI 10818 e il Il codice del consumo Dlgs […]

    Quadro Legislativo/Normativo Posa in Opera del SerramentoPubblicato il4:00 am - Mag 8, 2014

    […] quindi la UNI 10818 il Codice del Consumo, argomenti già trattati in precedenza, cerco di fare il quadro sulla […]

    pieroPubblicato il10:18 am - Set 11, 2015

    buongiorno, mi hanno installato degli infissi nel 2011 e da poco ho scoperto che stanno cedendo e ci sono infiltrazioni poichè non sono stati montati a regola d’arte. premesso che ho scoperto il vizio da pochi giorni qual’è il termine per far intervenore la garanzia?

      Guido AlbertiPubblicato il8:15 am - Set 19, 2015

      Premesso che bisognerebbe capire meglio di cosa si tratta, generalmente il termine per la denuncia di difetti lievi è di 60 gg dalla scoperta, mentre per difetti gravi è di un anno.

    marcoPubblicato il12:01 pm - Gen 25, 2018

    Buongiorno,
    ho fatto installare gli infissi nuovi nel mio appartamento appena ristrutturato.
    Le finestre sono arrivate in ritardo con 20 giorni, l’installazione è avvenuta due giorni prima di Natale (lasciando i particolari, come la posa dei corpi fili, a gennaio) e mi sono trovato a dover saldare la fattura in fretta per una questione fiscale, senza aver modo di contestarla.
    Ora ho i coprifili messi male, tagliati qua e là, il contratto prevedeva i cassonetti che alla fine hanno dovuto costruire ad hoc i mie muratori. Per non parlare della porta finestra che è troppo pesante e si apre con difficoltà.
    Come ripeto, la fattura è già stata pagata, ma con loro ho ancora la fattura delle porte interne da pagare.
    Posso fare qualcosa per essere risarcito (quanto meno dell’importo che mi hanno chiesto per i cassonetti presenti nel contratto)? O avvalermi della fattura aperta sulle porte?

    Commenta

    Ho letto e accetto la privacy policy

    Loading...