Villa con cappotto e controtelai in ferro

DiGuido Alberti

Villa con cappotto e controtelai in ferro

Domenica quasi per caso ho scoperto, su facebook, quest’immagine!

Cappotto e Ponte termico

L’immagine è emblematica, purtroppo. Purtroppo le dispersioni del sistema finestra, anche le più elementari, sono ai più sconosciute. In foto vediamo una nuova costruzione, e come suggerisce un commento all’immagine,  è “una villa con cappotto termico esterno in EPS“, con uno spessore che ad occhio credo sia di 8 o 10 cm, con elementi architettonici in travertino, stando almeno a quello che si legge dal commento.

Non so francamente chi abbia curato il progetto, ma davvero non capisco come un progettista possa accettare qualcosa di simile. Ci sono evidenti ponti termici, ma a quanto pare poco interessa, l’importante è che la villetta sia di nuova costruzione, che abbia il cappotto termico e gli elementi architettonici in travertino.

Poi se il controtelaio è il classico controtelaio in ferro tubolare, senza quarto lato inferiore, posato con malta cementizia, ma questo poco interessa…

Villa Cappotto e controtelai in ferro

 

A parte il collegamento del controtelaio esterno con quello interno resta un ulteriore problema e non da poco, ovvero il ponte termico non risolto nella spalletta.

Si tratta sicuramente di un’immagine emblematica rappresantazione reale di quanto ancora ci sia tanto da fare nel nostro settore… Bisogna fare tanta informazione, dal progettista all’impresa edile, tutti devono sapere che ci sono alcune semplici regole da rispettare per progettare e realizzare correttamente il sistema finestra.

Internet è uno strumento a disposizione di tutti, perché non usarlo nel migliore dei modi?

L’efficienza energetica è sulla bocca di tutti, ma in casa di pochi.

Iniziamo a progettare in maniera corretta il sistema finestra e non lasciamo che questo sia realizzato come si è sempre fatto. Non c’è altra alternativa.

Chi progetta una costruzione oggi,   considerando che i tempi medi di una realizzazione superano i 24 mesi, si ritroverà nel 2016 con una costruzione che, nel giro di qualche anno, perderà parte del suo valore. La Direttiva 2010/31/CE prevede che entro il 31 Dicembre 2020, tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere a energia quasi zero.

Meditate, meditate prima di lasciare al caso alcuni aspetti fondamentali!

Info sull'autore

Guido Alberti administrator

Consulente e Artigiano Certificato PassivHaus, Tecnico Esperto Finestra CasaClima, figura accreditata dall’Agenzia CasaClima per fornire consulenza a progettisti e committenti. Operatore Termografico di II Livello UNI EN ISO 9712.

    2 Commenti finora

    giorgio ilariPubblicato il12:52 pm - Mar 27, 2013

    Mi scuso per la mia ignoranza sull’argomento che rimane di mio interesse, sto progettando cornici finestre in gres porcellanato laminato con supporto in polistirene e ho previsto il quarto lato su spalle cielino e bancale.
    Ho capito dal suo post che la spalletta della finestra in travertino non presenta il quarto lato, e c’è il problema del controtelaio in acciaio e questi generano evidenti ponti termici.

      Guido AlbertiPubblicato il3:20 pm - Mar 27, 2013

      Buongiorno…Chi ignora non fa domande e non esistono domande stupide, ma solo risposte stupide. Esatto, il fatto di non avere nessun quarto lato inferiore mi fa pensare che il davanzale sia passante. Il controtelaio metallico genera un grosso ponte termico. Vista la tua premessa, mi permetto di darti del tu, devo dirti che non è affatto così. Hai ben inteso il problema che molti, ahinoi, ignorano!

    Commenta

    Ho letto e accetto la privacy policy

    Loading...